Sottili, leggeri e pratici da utilizzare, in una parola: flessibili. Proprio come chi pratica la famosa disciplina orientale. Queste le peculiarità che balzano subito all’occhio a chi usa per la prima volta un tablet ibrido convertibile della linea Lenovo Yoga.

La nuova serie di punta dell’azienda di origine cinese (oggi n.2 del mercato mondiale, dietro solo ad HP e davanti ad Acer) è declinata in due modelli, Yoga 11 e Yoga 13, entrambi con schermo pieghevole a 360 gradi, che li rende funzionali sia per l’utilizzo come notebook che come tablet, in ben 4 modalità differenti, che ne sottolineano, di nuovo, la grande flessibilità d’uso: classica/notebook, “stand” – cioè con lo schermo in verticale, ma ribaltato e la tastiera sotto -, tablet e “tent”, ovvero posizionato a tenda.

I due modelli sono dotati di tastiera AccuType con tasti arrotondati e distanziati, per una digitazione comoda e precisa.

Il Lenovo Yoga 11 è un convertibile ibrido basato su processore NVIDIA Tegra 3 ed equipaggiato con sistema operativo Windows RT. Monta un display capacitivo HD da 11,6 pollici con risoluzione di 1366 x 768 pixel.

Funzionale e maneggevole, risulta più sottile e leggero rispetto al suo fratello maggiore Yoga 13, e vanta un’autonomia da record capace di arrivare a ben 14 ore, con tempi di ricarica di appena due ore. Il Lenovo Yoga 11 è disponibile in più versioni, con memoria DDR3 fino a 2GB e spazio di archiviazione fino a 64 GB.

Lo Yoga 13 è invece un ultrabook convertibile più performante, con processore X86 Intel® Core™ i7, sistema operativo Windows 8 e fino a 8GB di memoria DDR3L a 1600 Mhz. Lo schermo è WideScreen da 13,3 pollici con risoluzione 1600×900 che, unito alla scheda grafica di qualità in dotazione (Intel HD 4000), consente la visualizzazione ottimale di video full HD a 1080p e capacità adeguate sia per l’editing video che per il divertimento, con giochi in tre dimensioni.

Il Lenovo Yoga 13 ha uno spessore massimo, da chiuso, di soli 16,9 mm e una batteria che garantisce un’autonomia dichiarata di 8 ore. Può essere anche visto come.. un mega-tablet, insomma!

Ottima anche la dotazione di connettori che caratterizza la linea dei convertibili per il mercato consumer di Lenovo. Lo Yoga 11 dispone di due porte USB 2.0 e lettore MultiCard 2 in 1, mentre lo Yoga 13 è fornito di due porte USB (2.0 e 3.0) e di lettore MultiCard 3 in 1.

Si tratta insomma di due dispositivi di alta qualità e super-versatili, ideali sia per l’attività professionale che per il puro intrattenimento multimediale.

I Lenovo Yoga sono acquistabili intorno ai intorno ai 1200-1300 euro a seconda delle configurazioni.

Ed ecco la video recensione del nuovo Lenovo Yoga 13 a cura dei nostri influencer Tancredi Matranga e Renato Ostorero: