Raspberry Pi ha svelato il nuovo Pi Zero, un computer programmabile che costa solamente 5 dollari, circa cinque caffè espresso al bar. Disponibile a partire da oggi, Pi Zero è il computer più piccolo mai creato da parte di Raspberry Pi ed è basato sulla stessa piattaforma hardware della prima, originale, scheda.

Raspberry Pi Zero viene prodotta in Galles ed offre 512 MB di memoria RAM, CPU Broadcom BCM2835 a 1 GHz con GPU VideoCore IV, storage su scheda microSD, quest’ultima da acquistare a parte, uscita video microHDMI, alimentazione tramite microUSB 5V e una porta microUSB OTG aggiuntiva per dati e periferiche. Non solo, questa board integra 40 PIN GPIO liberi e dedicati a espansioni e 4 PIN vuoti per l’aggiunta dell’uscita analogica coassiale e di un pulsante di reset. E’ impressionante quali siano le dimensioni, dal momento che Raspberry Pi Zero è in tutto 65 x 30 x 5 mm.

Per quanto riguarda il software, Raspberry Pi Zero è compatibile con il software delle schede Model B/B+ e A+, quindi è possibile installare le stesse distro Linux personalizzate, strumenti di sviluppo e anche Kodi.

Infine, punto di forza di Raspberry Pi Zero è il prezzo, dal momento che la scheda viene venduta solamente per 5 dollari negli Stati Uniti e 4 sterline nel Regno Unito. Per quanto riguarda l’Italia, invece, sarà necessario aspettare qualche settimana per comprendere se verrà importata attraverso i canali ufficiali di distribuzione o sarà necessario appoggiarsi a servizi di spedizione un po’ fai-da-te.

Fatto sta che Raspberry Pi Zero si propone come scheda ideale per la creazione di progetti elettronici che richiedono piccole componenti. Allo stesso tempo, il fondatore Eben Upton ha sottolineanto il fatto che l’organizzazione ha lavorato a lungo per sviluppare un computer low-cost in grado di rimuovere qualsiasi barriera per entrare all’interno del mondo della programmazione e dell’elettronica.