Basta alla raccomandata cartacea: da Aprile, grazie a Nexive, il primo operatore privato del mercato postale nazionale con sede a Milano, basterà collegarsi ad un sito per consultarle e scaricarle.

Tutto nasce dall’analisi delle statistiche: ogni anno vengono spedite 180 milioni di raccomandate, di queste, 54 milioni andranno in giacenza e il 60% di esse non verrà mai ritirato; dall’altra parte, la necessità del mittente è quella di riuscire ad inviare una comunicazione, spesso molto importante, velocemente e in modo sicuro. È per questo che Nexive, in collaborazione con la startup tNotice, lancerà il servizio di raccomandata con avviso di giacenza digitale, che indicherà al destinatario sia l’ufficio postale dove poter effettuare il ritiro, sia un codice per la lettura della raccomandata sul web. Una volta scelta la modalità preferita dall’utente, il mittente riceverà un avviso.

Nexive metterà la sicurezza prima di tutto: si tratterà di visitare un sito con una connessione protetta da crittografia e, per accedere, bisognerà indicare nome utente, password o l’eventuale SMS di conferma (se non si è iscritti); ogni codice sarà valido per un ritiro solamente e si disattiverà dopo tre tentativi errati d’immissione.

Grazie alla firma elettronica, la raccomandata digitale avrà lo stesso valore legale della versione cartacea. Ciò significa una sempre più in crescita evoluzione dell’attività amministrativa e burocratica, come previsto dall’Agenda Digitale Italiana, l’insieme di azioni e norme per lo sviluppo delle tecnologie e dell’innovazione del Paese.

Per saperne di più ed iniziare a utilizzare il servizio di raccomandata digitale, dunque, non resta che aspettare il mese di Aprile.