I maniaci della privacy rispettano un timing preciso per il cambio della password. In effetti mettere al sicuro i propri dati personali non è una cosa da smanettoni, perché gli attacchi degli hacker sono sempre dietro l’uscio. In genere non si tratta di attacchi diretti al singolo. 

Citiamo un esempio pratico per capire meglio l’importanza di aggiornare la propria password ogni tanto.

Un attacco hacker ha violato gli archivi della Seiko Epson Corporation e stando ad una dichiarazione dell’azienda, sono stati sottratti nomi, cognomi ed email degli iscritti al sito.

In più gli hacker sono entrati in possesso di alcuni dati cifrati. In genere con questa dicitura si fa riferimento ai codici delle carte di credito.

Per questo quando uno dei siti a cui siete iscritti è vittima di un attacco hacker è arrivato il momento per voi utenti di modificare la password.

E’ buona norma rinfrescare la password di tanto in tanto, magari scegliendo una regola del tutto personale per la composizione del vostro codice segreto.

Il primo consiglio che potete trovare a riguardo su internet è quello di non usare la medesima password per più di un servizio. Per questo suggeriamo di stabilire una regola per la composizione.

Un altro consiglio è quello di mescolare sempre lettere, numeri e caratteri speciali. Sarà ancora più difficile sniffare il vostro codice.