Non dovete preoccuparvi solo quando navigate su un sito porno. C’è di peggio, in rete, e siamo noi, i siti che si occupano di tecnologia! No, be’, Leonardo è più che sicuro, ma ci sono tanti altri siti, come per esempio quelli da cui scaricare i software pirata, a cui dovete stare attenti. E non solo a quelli.

Nel passato il malware è stato utilizzato per essere diffuso tramite e-mail – spiega Ralf Benzmüller, responsabile di G Data SecurityLabs, che ha appena diffuso il proprio rapporto sui siti pericolosi – In questi giorni, invece, sono i siti Internet a rappresentare il canale principale di distribuzione per worm, trojan e altri pericoli simili. A questo scopo i cyber criminali manipolano siti esistenti oppure ne creano di nuovi per trasformarli in catapulte per lanci massivi di malware o trappole per il phishing“.

Ecco il podio dei siti più pericolosi:

  • Nel 15,8 % dei casi criminali si servono di siti contenenti informazioni su computer, telecomunicazioni, software e hardware;
  • Al secondo posto, con il 13,4%, troviamo invece i siti a contenuto pornografico;
  • Seguono, con l’11,5%, quelli di natura business e aziendale.

Ecco l’infografica diffusa da G Data.

infografica siti pericolosi

Porno, tecnologia e business. Ma non solo

Dunque non sono solo i social network a essere pieni di pericoli e non credete che la situazione andrà migliorando. Nel prossimo futuro la domotica aumenterà i pericoli informatici che dobbiamo affrontare ogni giorno.

photo credit: ZYG_ZAG via photopin cc