Per il momento, non se ne fa nulla. Su Facebook per ora non vedremo nessuna piattaforma video per le pubblicità: la notizia, svelata da AllThingsD Oltreoceano, è arrivata poche ore fa e in un amen ha fatto il giro del mondo. Oscuri i motivi veri: lo stesso Zuckerberg ha spiegato che vuole pensarci su, per trovare una formula adatta che non finisca per tediare gli utenti del social, che sono oltre 1,2 miliardi.

D’altronde l’arrivo dei messaggi pubblicitari su Instagram qualche domanda all’entourage di Facebook deve averla posta. Il gioco vale la candela? L’utente medio di Facebook già mal sopporta l’onda di suggerimenti di pagine che si vede sempre arrivare. Figuriamoci cosa potrà accadere in caso di pubblicità troppo invasive.

Certo, per averlo gratis, uno sforzo da questo punto di vista gli utenti dovranno farlo, anche perché è provato come anche il mondo del marketing abbia sposato in via definitiva la causa social, visti gli ottimi ritorni. Infatti molti partner pubblicitari di Facebook non hanno preso proprio benissimo il congelamento degli accordi e il rinvio dell’approdo di questa piattaforma video alla metà del 2014 (sempre che sia così).

Certezze, a parte il sollievo di chi sta su Facebook 15 ore al giorno, non ce ne sono.