Il Gorilla Glass è il vetro super resistente prodotto da Corning e utilizzato per i display degli smartphone di fascia alta, sia Apple che Android. La prossima evoluzione della tecnologia, denominata Project Phire – e in arrivo entro la fine dell’anno –  sfida nientepopodimeno che lo zaffiro, in quanto a resistenza ai graffi. Una tecnologia che promette una resistenza tale da rendere inutili le pellicole protettive che solitamente si applicano sugli schermi touchscreen degli smartphone.

Project Phire è una sintesi fra l’ottima resistenza alle cadute del Gorilla Glass e le qualità dello zaffiro, come spiega il presidente del Corning, James Clappin: “L’anno scorso vi abbiamo detto che lo zaffiro era fantastico per la resistenza ai graffi, ma non in caso di caduta. Così abbiamo creato un prodotto che ha la stessa resistenza ad urti e cadute del Gorilla Glass 4 e in più resiste ai graffi in modo simile allo zaffiro”

Attualmente lo zaffiro viene impiegato per i quadranti degli orologi più pregiati e costosi, e probabilmente in futuro verrà utilizzato anche per gli smartwatch, a partire dagli Apple Watch che arriveranno sugli scaffali dei negozi ad aprile. La società della mela morsicata ha infatti investito molto sullo zaffiro: secondo il Wall Street Journal, Apple avrebbe impegnato 2 miliardi di dollari.