Project Ara, lo smartphone modulare sviluppato da Google potrebbe arrivare già entro l’autunno agli sviluppatori e pubblicamente entro il 2017 anno in cui dovrebbe essere commercializzato. Trattasi di un progetto molto ambizioso perchè punta a creare smartphone davvero modulabili e dunque completamente personalizzabili da parte dell’utente finale che così potrà sceglierne ogni caratteristica tecnica. Sebbene di Project Ara non se ne parlasse nel concreto da un po’ di tempo, il Google I/O 2016 è stato l’occasione per Big G di tornare sull’argomento.

Dunque, Project Ara è più vivo che mai ed arriverà nelle mani degli sviluppatori entro l’autunno. A questo ambizioso progetto hanno lavorato alcuni importanti partner di Google come Panasonic, TDK, iHealth, E Ink, Toshiba, Sony, Samsung ed altri.

Gli smartphone che saranno basati su Project Ara saranno così composti: in comune avranno un frame principale costituito da un display da 5,3 pollici, un processore, la RAM, la memoria interna flash, le antenne per la connettività e tutti i sensori.

Quello che potrà poi scegliere l’utente saranno dei moduli aggiuntivi che potranno essere posizionati sul dorso dello smartphone. Il produttore potrà, dunque, offrire ai suoi clienti la più ampia disponibilità di moduli in maniera tale da poter offrire un’esperienza d’uso sempre diversa e sempre migliore. Prodotti che così potranno guadagnare una longevità superiore ed essere adattati a seconda delle varie esigenze degli utenti. Project Ara potrebbe, dunque, davvero arrivare a rivoluzionare il concetto di smartphone così come lo si conosce oggi.

Appuntamento, dunque, a tra qualche mese per il debutto ufficiale di Project Ara.