Personalmente ho sempre sentito della vendita di CD pirata, film copiati, vestiti “tarocchi”, ma mai di Toner contraffatti.

Il mondo dell’informatica per quanto riguarda il software è avvezzo alle contraffazioni, anche il mondo della musica ha capito che contrastare in maniera forte la pirateria a volte è ancora più controproducente, ma la notizia che ha fatto trapelare direttamente l’ufficio stampa del HP è diversa.

HP ha annunciato il sequestro di materiale di consumo contraffatto per le sue stampanti, eseguito dalla Guardai di Finanza con un blitz in un magazzino sospetto, le autorità hanno rinvenuto circa 7000 scatole falsificate e oltre 900 cartucce non originali per stampanti laser HP.

HP è molto sensibile a questo tipo di falsificazione, infatti, negli ultimi anni ha contribuito al ritrovamento di quasi nove milioni di prodotti e parti contraffatte in tutta Europa, Medio Oriente e Africa.

HP con il suo programma Anti-Contraffazione cerca di educare i propri clienti alla verifica dell’autenticità del materiale acquistato, le indagini che HP ha svolto, collaborando con le forze dell’ordine, sono state condotte in tutto il continente negli ultimi quattro anni, arrivando al sequestro di oltre trenta milioni di materiale di consumo HP contraffatto.