Si aspettava da tempo una rivoluzione nel sistema dei pagamenti in mobilità, anche nel nostro paese. Da tempo osserviamo esperimenti riusciti di pagamenti tramite cellulare che si affidano alla tecnologia cosiddetta Near Field Communication (Nfc). 

Anche in Italia, finalmente, si potrà pagare per l’acquisto di prodotti e servizi tramite cellulare, sfruttando la tecnologia Near Field Communication. L’iniziativa è curata da Poste Italiane e presto si partirà da Milano per coinvolgere in maniera virale tutto il paese.

Si potranno pagare servizi di qualsiasi cifra e per quelli che non vanno oltre i 25 euro non sarà nemmeno necessario l’inserimento di un PIN.

Che cosa si può pagare con il cellulare? Sicuramente le bollette ma si potrà approfittare della Nfc anche per fare shopping, per ricaricare una prepagata e per tanti altri servizi. PosteMobile, che è l’operatore di Poste Italiane, si è impegnato molto nel progetto che ha richiesto un’integrazione importante con BancoPosta.

Gli uffici postali saranno progressivamente dotati di dispositivi in grado di accogliere il pagamento tramite cellulare ma l’iniziativa sarà estesa anche a tutti gli esercizi commerciali che vorranno aderire. A Milano, la sperimentazione, partirà tra novembre e dicembre, periodo in cui sarà anche lanciata la stagione dei saldi invernali.

Sarà interessante fare un bilancio l’anno prossimo.