Una nota della Microsoft, in inglese, spiega che si sta diffondendo, o meglio si è diffuso, un malware, chiamato Popureb della famiglia dei bootkits.

Cosa fanno questo tipo di programmi? In pratica, spiegano gli esperti, sono studiati per modificare o implementare il codice al Master Boot Record. Il fatto inquietante è che funzionano anche quando il sistema operativo non è avviato completamente, quindi riescono a battere sul tempo tutti gli strumenti di sicurezza.

Per risolvere i problemi legati a Popureb, si legge nella nota, è bene ripristinare il sistema operativo e cancellare tutti i dati archiviati nell’hard disk, così che si possa reinstallare Windows su uno spazio sicuro e pulito da ogni malware.

La minaccia Popureb non intacca le funzionalità di Vista o Windows 7 che, almeno in fase di test, sembrano immuni. Tuttavia, è stato trovato un metodo alternativo per debellare questo virus: conoscere il codice del malware e intervenire direttamente su quello.

Su un altro blog specialistico dedicato alle questioni di sicurezza, è stato pubblicato il sorgente di Popureb che non può essere celato, e quindi è stata studiata un’alternativa più moderata a quella proposta da Microsoft. Leggendo in modo attento le due pagine indicate, potrete scegliere l’opzione che fa al caso vostro.