Internet, secondo le stime economiche che si fanno dello strumento di navigazione, diventerà la quinta potenza mondiale, nel giro di pochissimi anni, quattro per l’esattezza. Vediamo perché. 

Nel 1985 è stato registrato per la prima volta un dominio web, da allora la navigazione tramite browser è diventata sempre più consistente. Negli ultimi anni poi, tra la diffusione dei social network e lo sviluppo della navigazione mobile, l’incremento del numero degli internauti è stato sorprendente.

Il Boston Consulting Group ha cercato di capire quando si espanderà internet da oggi a quattro anni. Si è visto che nel 2016 i navigatori dovrebbero diventare circa 3 miliardi, la metà della popolazione mondiale, forse anche di più. Se questa stima prenderà forma sul serio, vuol dire che aumenterà anche il valore di internet.

Tra 4 anni il www e gli altri strumenti di navigazione varranno circa 4.200 miliardi di dollari soltanto nei paesi che fanno parte del G20. Vuol dire che l’economia web diventerebbe la quinta potenza mondiale. Tanto per farsi un’idea: se Internet fosse una nazione, seguirebbe quanto a Pil soltanto gli Stati Uniti, la Cina, il Giappone e l’India.

Se guardiamo poi il recinto di casa nostra, scopriamo che anche in Italia è prevista un’ottima crescita di internet: dovrebbe aumentare del 12%.