Il Disegno della Crescita è un filmato che riprende Mario Ciaccia, Vice Ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, mentre spiega il ruolo del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica (CIPE) e illustra le proprie teorie sulla ripresa: pubblicato su YouTube il 5 ottobre scorso, sarà riproposto in una versione più interattiva realizzata con Popcorn Maker. È uno strumento di Mozilla per mixare le tracce audiovisive coi contenuti ipertestuali pubblicati sul web che permette d’accrescere l’interattività dei video.

Ho chiesto al produttore, che m’ha contattato su Twitter per segnalarmi la disponibilità del filmato, d’indicarmi quali siano state le funzionalità più interessanti di Popcorn Maker per la realizzazione del progetto: conoscevo già lo strumento di Mozilla, però non avevo mai parlato con qualcuno che l’avesse utilizzato davvero. Grazie a lui ho potuto capire meglio l’utilità dell’applicazione e circoscrivere gli ambiti nei quali Popcorn Maker potrebbe essere impiegato. Occorre sottolineare che non parliamo d’un editor non-lineare.

A dispetto di un’interfaccia paragonabile a programmi come Final Cut Pro X, Popcorn Maker non è concepito per la post-produzione: è uno strumento simile al Video Editor di YouTube che presuppone l’utilizzo dei filmati presenti su internet. Oltre ai contenuti pubblicati sulla piattaforma di Google, Popcorn Maker supporta le tracce audiovisive di Vimeo, SoundCloud o i file .mp4, .webm e .ogv integrati sulle pagine web in HTML5. Se disponibili, possono pure essere specificati dei sorgenti aggiuntivi in uno dei formati compatibili.

Popcorn Maker è una risorsa basata su Popcorn.js: un framework multimediale in JavaScript che è sempre mantenuto da Mozilla. Avviata l’applicazione e specificato il video da mixare, una linea del tempo permette di navigare tra i frame per inserire i contenuti aggiuntivi. Gli elementi possono essere suddivisi in livelli e sovrapposti l’uno all’altro. Popcorn Maker definisce Events le annotazioni inserite nei filmati che supportano tagli, loop, pause, testi, immagini, mappe, contributi multimediali da Twitter e Wikipedia o popup.

Per il produttore sono proprio i popup a costituire la caratteristica più utile di Popcorn Maker: consentono d’inserire testi e link ipertestuali associati a una fra le 22 icone predefinite da Mozilla. L’apparizione dei popup è associata a 5 transizioni differenti, il carattere è personalizzabile con uno degli 11 font a disposizione e permette il testo in grassetto, corsivo o sottolineato. I contenuti sono visualizzati in un fumetto di 3 forme diverse. Sarebbe possibile inserire dell’audio, ma il produttore invita alla prudenza.

Un suono sovrapposto alla musica e/o al parlato già presenti nel filmato genererebbe troppa confusione. Fra gli Events che ho citato emerge la possibilità d’inserire le voci del glossario di Wikipedia ed è addirittura più interessante l’inclusione delle timeline di Twitter per hashtag, termini di ricerca o utenti: una funzione che permette d’aggiornare i contenuti in tempo reale. Non mi resta che ringraziare il produttore per la disponibilità e i consigli su Popcorn Maker, che era stato presentato al Mozilla Festival di Londra.