Pokémon Go è un gioco che sta ottenendo un successo davvero planetario, forse anche troppo. Il gioco, infatti, ha portato ad alcune situazioni spiacevoli con i giocatori che in alcuni casi sono stati protagonisti di fatti poco puliti pur di catturare il loro Pokémon da aggiungere alla collezione. Tra le vicende italiane più assurde legate al gioco Pokémon Go sicuramente quella accaduta nel corso del weekend a Torino, in Piemonte. La caccia al Pokémon, infatti, ha quasi causato una rissa tra giocatori. In piazza Vittorio a Torino, infatti, si è verificato uno scontro verbale molto acceso tra due giocatori per la conquista del Pokémon presente nella piazza.

Scontro che per poco non si trasformato in rissa con entrambi i giocatori che stavano litigando su chi dovesse avere la precedenza per la conquista dell’animaletto virtuale. Uno scontro dai toni molto accessi che ha colpito non poco i presenti nella piazza che hanno bollato come “assurda” la causa dello scontro. Una diatriba che per poco non ha visto come protagoniste le forze dell’ordine che stavano per essere chiamate per sedare la collutazione.

Tutto è, comunque, finito per il meglio con i due contendenti che se ne sono andati. La febbre da Pokémon Go continua, dunque, a colpire i giocatori che forse, stanno prendendo un po’ troppo sul serio il gioco. Non sono, purtroppo, gli unici fatti negativi legati al gioco. Per esempio, a causa di alcuni incidenti, molte forze dell’ordine italiane hanno emesso ordinanze contro chi gioca a Pokémon Go e contestualmente guida una macchina per evitare problemi o situazione pericolose.