È ormai passato un mese da quando è stato rilasciato nei primi paesi Pokémon Go, il gioco di Niantic e Nintendo che ha conquistato milioni di videogiocatori e ancora continuerà a vedere i suoi stessi utenti crescere con l’avanzare della distribuzione nei vari mercati. Qualche giorno fa l’applicazione è stata oggetto di un primo importante aggiornamento, che avrebbe dovuto rimuovere gran parte dei problemi segnalati dagli utenti. Non è però stato proprio così: se da una parte l’applicazione appare più stabile, con meno blocchi e crash improvvisi, dall’altra sono ancora diversi i problemi, ed alcuni non sono stati risolti ma eliminati – si pensi al malfunzionamento della sezione Dintorni e delle orme che avrebbero dovuto indicare la distanza dei Pokémon.

In particolar modo è stato oggetto di segnalazioni nell’ultima settimana un bug nella cattura dei Pokémon, per cui gli utenti si sono lamentati del fatto che gli animaletti di Pokémon Go tendano a scappare molto più spesso rispetto a prima che venisse distribuito globalmente l’update su iOS e Android. Inoltre poi sembra che un altro malfunzionamento non tenga conto dei punti esperienza bonus guadagnati per esempio lanciando la sfera ad effetto nel momento in cui il Pokémon è più vulnerabile (QUI 8 trucchi per avanzare rapidamente). In seguito alle stesse segnalazioni è stato riconosciuto il problema stesso, con l’account ufficiale su Twitter Pokémon Go che ha affermato come l’azienda sia al lavoro per risolvere il bug. Ecco il tweet di Pokémon GO:

Secondo quanto affermato dunque presto dovremmo vedere arrivare nuovi aggiornamenti per Pokémon Go, in cui oltre alla risoluzione dei problemi segnalati potremmo assistere al ritorno della modalità di risparmio energetico su iOS e proprio alle sopracitate impronte dei Pokémon (stavolta speriamo siano funzionanti) su entrambe le piattaforme, per indicare agli utenti la distanza degli animaletti da catturare. Non ci resta che attendere maggiori informazioni ufficiali in merito.