Nelle scorse ore la famosa app per il read it later, Pocket, ha fatto il suo debutto su Windows  e Chrome. Dopo un grandissimo successo sui dispositivi mobile con app ufficiali – e di successo – per iOS, Android e OS X, Pocket espande la sua utenza e punta sempre più a divenire uno standard per la lettura di articoli offline, dopo essere approdato anche nel mercato degli e-reader grazie alla partnership con Kobo.

C’era proprio bisogno di un’app ufficiale di Pocket per Windows visto il grosso bacino di utenza ma, sopratutto, sono felice per la versione di Chrome che mi permetterà di utilizzarla anche su GNU/Linux.

Tra le novità di questa versione troviamo delle prestazioni super,  l’auto sincronizzazione e il download automatico dei contenuti appena è disponibile una connessione ad internet e una gestione migliorata degli shortcut da tastiera.

Sono un utente di vecchia data di Pocket e non posso che gioire per questo approdo su diverse piattaforme. Ora non resta che realizzare una versione ufficiale per Windows Phone, nel mentre mi consolo con Pouch, una versione non ufficiale che mi sento di consigliarvi se siete utenti WP e, come me, non potete fare a meno del servizio di read it later.