Sony ha ufficialmente smentito le news che circolavano e che avrebbero voluto il Playstation Network hackerato e i dati degli utenti rubati. Il panico tra gli utenti di PSN era montato qualche giorno fa, quando un gruppo di hacker aveva annunciato di essere entrato, anche con molta facilità, all’interno di PSN, Windows Live Mail e 2K Games. In totale, si parlava di oltre 2000 account violati.

La smentita

Sony, comunque, ha negato tutto, dichiarando pubblicamente che non ci sono tracce di violazione del proprio protocollo: “Abbiamo portato avanti delle indagini, viste le voci che circolavano circa possibili violazioni – ha annunciato un portavoce ai microfoni di Joystiq – ma non c’è evidenza circa un’eventuale intrusione nel nostro network. Purtroppo le frodi, compreso il criptare la password, è un problema del consumatore, finito nella rete del phishing. Prendiamo questi rapporti molto seriamente e continueremo a monitorare da vicino la nostra rete”.. Sony è stato notoriamente preso di mira dagli hacker nel 2011, con il NetWork PlayStation Network che fu offline per più di tre settimane.