A distanza di due anni dal rilascio sugli scaffali dei negozi, un hacker ha fatto sapere di essere riuscito ad aggirare il sistema di sicurezza della console Sony.

Ovviamente, come da copione, Sony ha subito sviluppato un aggiornamento per chiudere la falla, ma il pirata informatico CTurt ha fatto sapere tramite il proprio account Twitter (vedi i tweet sottostanti) che il suo sistema è perfettamente funzionante – almeno in linea teorica – su qualsiasi firmware del sistema PlayStation 4.

Nonostante la pericolosità di questo evento, Sony non ha dimostrato particolare preoccupazione. Questo perché probabilmente il colosso dell’intrattenimento nipponico non teme le possibili consueguenze alla luce delle tantissime incognite che

Nella giornata di oggi, inoltre, il boss di SCEA Australia, Michael Ephraim, ha fatto sapere che il prossimo Sony si impegnerà maggiormente allo sviluppo di esclusive PlayStation 4 il prossimo anno: “I giochi pubblicati quest’anno, come Destiny, Call of Duty: Black Ops III e Star Wars: Battlefront hanno avuto contenuti addizionali in esclusiva su PlayStation 4, quindi siamo abbastanza tranquilli per il Natale in arrivo. La richiesta è alta. Abbiamo lavorato molto con le terze parti perché quest’anno la nostra line-up ‘first party’ non è stata forte come avremmo voluto. Il prossimo anno – conclude Ephraim – la nostra line-up sarà eccezionale. Abbiamo Street Fighter, Uncharted 4, No Man’Sky, The Last Guardian e Gran Turismo. Tutte esclusive di cui due sono nuovi franchise”.