Dopo oltre 80 milioni di unità vendute, alla fine anche per la storica PlayStation 3 è arrivato il momento della “pensione”. In Giappone Sony è stata infatti interrotta la produzione del “vecchio” monolite nero.

Ad annunciarlo pubblicamente è stata la stessa Sony sul sito giapponese di PlayStation, e riportato da Gematsu. Si tratta del dettaglio del modello da 500 GB, l’unico a restare ancora in produzione in Giappone. A partire da oggi, quindi, la console non sarà più spedita.

Facendo un po’ di storia, la PlayStation 3 è stata lanciata sul mercato nel novembre del 2006. Ora resta da vedere quando la console interromperà la produzione in USA e negli altri mercati più importanti. Nel 2014, con l’uscita di PlayStation 4, la vecchia PS3 non ha per nulla subito contraccolpi e lo stesso software product development head of America, Scott Rohde, spiegò che le persone continuavano ad acquistare la vecchia console e quindi Sony avrebbe continuato a produrla finché ci sarebbe stato mercato.

Anche la PlayStation 2 continuò a vendere bene dopo l’uscita di PS3. Ora però PS3 sta cominciando a toccare il fondo a livello di vendite e quindi è naturale che Sony voglia interromperne la produzione. E lo stesso probabilmente avverrà anche in altre nazioni. Per quanto riguarda PS4, Sony ha fatto sapere che alla fine di aprile la console ha venduto 60 milioni di unità in tutto il mondo e prevede di venderne altre 18 milioni durante l’anno fiscale in corso. C’è anche chi afferma che il prossimo anno Sony rilascerà una nuova console.