Ricevere la pizza in 10 minuti a casa ed ancora calda è spesso un sogno impossibile per chi ordina online o per telefono questa prelibata pietanza. Eppure è quanto promettono in Nuova Zelanda grazie all’utilizzo di un corriere speciale, un drone. La catena specializzata in consegna di pizze su ordinazione, Domino’s Pizza, ha, infatti, lanciato il suo primo servizio di consegna attraverso i droni sviluppato grazie alla stretta collaborazione con la società Flirtey che è specializzata nella realizzazione di droni per il trasporto di oggetti.

Il servizio è attivo solamente per un numero selezionato di clienti ma l’obiettivo della società è quello di renderlo disponibile al più alto numero di persone. Il drone è stato sviluppato appositamente per trasportare le pizze utilizzando fibra di carbonio, alluminio e componenti stampati in 3D. Presente anche un comodo contenitore sotto il drone in cui stoccare le scatole delle pizze. Nessun problema per la sicurezza. In caso di problemi il drone è predisposto per tornare automaticamente al punto di partenza.

Grazie ai droni, Domino’s Pizza conta di rendere più veloci i trasporti della pizza e di coprire contestualmente un territorio più vasto. Il servizio è, al momento, attivo solamente in Nuova Zelanda ma la società sta pensando di esportalo anche in altri paesi in cui è presente, America inclusa dove, però, dovrà scontrarsi contro le rigide regole della FAA che penalizzano la diffusione dei multirotore come mezzi di trasporto come sa bene, purtroppo, Amazon che non riesce a far decollare il suo sistema di consegna tramite drone.