Dopo la chiusura di Megaupload e di altri siti che si dedicavano alla distruzione online di materiale audio e soprattutto video coperto da diritti d’autore, è stata messa a punto una retata contro altri due portali italiani: ScaricoLibero e FilmGratis. Anche ScaricoLibero e FilmGratis, in Italia, erano conosciuti per la distribuzione fatta agli utenti di link utili a scaricare in streaming materiali coperti da diritto d’autore. Per questi portali sono scattate le manette virtuali.

L’accusa è quella di ricettazione. Immediatamente i gestori del sito ScaricoLibero.com hanno messo nella loro bacheca un annuncio molto diretto: la richiesta agli utenti di non segnalare link off line nei topic.

Molti host, infatti, in questo periodo stanno rimuovendo diversi file. Per questo occorre aver pazienza. Intanto su ordine del Tribunale di Parma, ScaricoLibero.com è stato sequestrato.

Anche Filmgratis.tv aveva invitato gli utenti ad avere pazienza perché a breve avrebbero ripreso il servizio grazie a nuovi hosting che stavano nascendo dopo la censura applicata ai più famosi database da cui anche Filmgratis attingeva.

In questo secondo caso il sequestro del portale è stato operato da un reparto speciale della Guardia di Finanza.

Siccome una volta collegati sui siti che abbiamo descritto c’è la foto dei sigilli che linka ad un terzo sito, qualche utente ha pensato che si tratti di una bufala di Carnevale. Staremo a vedere.