Per l’ennesima volta ci troviamo a “recensire” una start-up o meglio un’impresa che nasce dal genio italiano ma poi trova il suo terreno fertile all’estero. Ecco la storia di Biondi e Privitera che hanno messo in piedi Doochoo.

Doochoo sta per do choose, in inglese “fai una scelta”. Questa start-up italo-americana crea il suo business attraverso applicazioni web per la realizzazione di sondaggi. In questo modo hanno conquistato il mondo ed un buon numero di investitori.

L’obiettivo del sistema Doochoo che in questi mesi sta studiando Pick1 è di avere una base dati di opinioni espresse dagli utenti che partecipano alle ricerche di mercato, per poi creare ricerche sempre più sottili ed intelligenti.

Il Ceo dell’azienda è Privitera che ha trovato il suo completamento professionale in Armando Biondi. I due hanno intuito l’importanza dei dati raccolti nelle ricerche di mercato, per lo sviluppo del business delle aziende e hanno convito un bel po’ d’investitori che hanno lasciato sul loro piatto ben 150 mila dollari.

Dal 2009 stanno lavorando ad un progetto molto grande ed impiegano quattordici persone che lavorano in parte in America, ma che sono presenti anche nel nostro paese a Venezia, Milano e Roma. Un database di opinione aggregate, arricchito da informazioni sulla geolocalizzazione degli utenti, sembra la nuova frontiera dell’adv.