Periodicamente, al di là dei singoli ritrovati tecnologici, bisogna interrogarsi su quali sono le tecnologie emergenti, astrarsi ed analizzare il contesto ad un livello superiore, quello in cui ci si chiede: dov’è nascosto il futuro?

Pensiamo soltanto alle evoluzioni del mondo della telefonia. In principio c’erano BlackBerry e Nokia N95, poi l’arrivo di iPhone, telefoni Android e Windows Phone 7 ha evidenziato altre emergenze del settore tecnologico.

Adesso quali innovazioni è bene tenere d’occhio. Una nota rivista d’informatica ha provato a sintetizzarne sei.

Il primo filone è quello delle applicazioni ottimizzate per i processori quad core. In questo momento storico, infatti, negli USA non ci sono dispositivi quad core ma già alla fine dell’anno con Nvidia qualcosa potrebbe cambiare.

Il secondo filone è legato invece a schermi e display. La risoluzione 1280×720, considerata la migliore in assoluto, dovrà lasciare il passo a nuove proposte HD, si pensi soltanto allo schermo full HD da 5” della LG che con la sua intensità di 440 dpi farà l’ingresso nel mercato nella seconda parte dell’anno.

Sono da tenere d’occhio anche i progetti sulla realtà aumentata, principalmente portati avanti da Google e l’esperienza di navigazione offerta dalla Samsung che vorrebbe garantire la visione del video in un riquadro miniaturizzato, mentre si naviga su internet o nel telefono.