È da oggi disponibile nei negozi – con grande anticipo rispetto allo scorso anno (uscito il 13 novembre 2015) – Pro Evolution Soccer 2016 per Xbox One, PlayStation 4, Xbox 360, PlayStation 3 e PC.

Non appena il gioco è sbarcato sugli scaffali dei negozi, in molti videogiocatori hanno sollevato un polverone di polemiche riguardo la versione PC. Gli utenti hanno lamentato una qualità scadente sia dal punto di vista grafico, con carenza di opzioni grafiche, basso numero di animazioni, sistema di illuminazione scarno e un gameplay leggermente differente rispetto alle controparti per console next-gen.

Ad onor del vero, Konami aveva fatto sapere, prima del lancio, che la versione PC sarebbe stata una via di mezzo fra quelle delle vecchie console PlayStation 3 e Xbox 360 e quelle dell’ultima generazione Xbox One e PlayStation 4. Tuttavia – secondo i giocatori – l’edizione PC di PES 2016 pare essere più inferiore di quanto fatto passare in fase di pre-lancio.

Dopo l’ottima prova con il porting di Metal Gear Solid V: The Phantom Pain, Konami ha fatto un brutto passo indietro. Sembra che il gioco sia una sorta di PES 2015 “potenziato” (o di PES 2016 depotenziato, dipende dai punti di vita ndr), tanto è vero che anche a livello contenutistico mancano alcuni pezzi (il roster non è aggiornato) rispetto alla versione Xbox One e PS4.

Il video confronto pubblicato su YouTube da Candyland – che potete vedere qui sotto – dà l’idea della differenza grafica fra le versioni PC e PS4, soprattutto a livello di illuminazione.