Periscope, nonostante il lancio avvenuto solo da pochi giorni, è già e sempre di più l’applicazione del momento. Per chi non la conoscesse, ricordiamo che si tratta di un’app che permette via Twitter di trasmettere gratis ed a chiunque in tutto il mondo in live streaming, consacrando di fatto questo tipo di trasmissione come una nuova, interessante e intrascurabile forma di comunicazione dal basso, come si legge nel manifesto di lancio sul blog Periscope, per cui chiunque può mettere al corrente un pubblico potenzialmente infinito di ciò che accade, bastano un account Twitter, l’app, ed una connessione internet, ma di come funzioni ne abbiamo già parlato nell’apposita guida all’utilizzo.

L’applicazione è stata in data 8 aprile 2015 aggiornata alla versione 1.0.2, che porta diverse novità in grado di facilitarne ancora di più la fruizione da parte degli utenti, nonostante ancora non sia stata resa disponibile la versione per Android – Periscope è infatti stata rilasciata per ora esclusivamente per iOS. E’ stata introdotta la nuova sezione Global, che conterrà gli stream più recenti da parte degli utenti di tutto il mondo, per far sì che il feed Home dell’applicazione mostri agli utenti alcuni stream featured in precedenza dei live attivi o più recenti degli utenti seguiti su Twitter.

E’ stata poi aggiunta l’opzione Follower Only, attivabile prima dell’inizio della trasmissione del proprio live streaming, grazie alla quale solo gli spettatori seguiti da chi trasmette saranno abilitati a commentare il video, in modo che utenti a noi sconosciuti possano commentare la nostra trasmissione. Inoltre è stato introdotto il badge per gli utenti verificati Twitter Verified, esattamente come sul sito del social network proprietario di Periscope. Con la nuova versione dell’app sarà inoltre ora più semplice bloccare utenti e relativi commenti offensivi e/o indesiderati, azione che si potrà completare semplicemente toccando sul commento in oggetto e selezionando la voce Blocca. Per scaricare l’applicazione non bisogna fare altro che recarsi sull’apposita pagina dell’App Store.