In questi giorni si è tornato a parlare con molta verve degli attacchi sferrati dagli hacker ai sistemi operativi di tutto il mondo. In particolare abbiamo approfondito insieme la questione del virus mediorientale. Oggi, invece, parliamo di un nuovo prodotto pensato per carpire i segreti industriali

Gli hacker di tutto il mondo, ormai anche organizzati in movimenti, hanno come obiettivo quello di sdoganare una serie di storture della società e del settore tecnologico in particolare. In molti casi sono architettati degli attacchi mirati, per esempio ai sistemi operativi di una certa area geografica.

Era il caso di Flame, il virus mediorientale, dietro cui si celano gli accordi tra Stati Uniti ed Israele per la riduzione degli armamenti nucleari iraniani.

Ma potremmo portare in pista anche gli attacchi di Anonymous che ha bloccato molti siti cinesi ma se l’è presa anche con alcuni social network, con Twitter e LinkedIn tanto per citarne solo due.

Adesso sembra che il nuovo pericolo faccia tremare le aziende, soprattutto quelle che “celano” nei meandri del loro apparato informatico, una serie di segreti industriali.

Parliamo infatti di ACAD/Medre, un wormAUn studiato per il cosiddetto spionaggio industriale. Oggi sembra che abbia già infettato diversi computer. E’ stato individuato dai ricercatori di Eset Nod32.