Nel corso dell’ultima settimana, all’interno della community degli Indigeni Digitali ha avuto particolare risalto una discussione introdotta dal post di Stefano Baccianella, che ha evidenziato come in alcuni casi le startup possano incontrare difficoltà nell’iscriversi alle camere di commercio per diventare, di fatto, delle imprese vere e proprie.

La segnalazione di Stefano parte dal fatto che la Camera di Commercio di Milano ha respinto la richiesta di iscrizione di una startup per mancanza dei requisiti di innovativià del progetto, condizione fondamentale per accedere alle agevolazioni previste dal decreto a favore delle startup introdotto da governo Monti.

La motivazione principale indotta dalle camere di commercio, in questi casi, viene evidenziata nella difficoltà di ravvisare, nella descrizione dell’oggetto sociale, la prevalenza dello sviluppo e commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico.

Fabio Marras afferma che si tratta di un caso che può capitare, e può essere sufficiente fare ricorso spiegando in modo più chiaro l’attività svolta dalla startup. In questo modo è possibile vedere accolta la propria richiesta nel giro di un paio di settimane.

Lino Giusti sottolinea come occorre sempre fare attenzione all’abbinamento tra prodotto tecnologico e servizio internet, che non sempre sono sinonimo di innovazione.

Fabio Lalli sottolinea come l’innovazione è tale quando una startup si pone l’obiettivo di utilizzare una tecnologia per cambiare i processi di acquisto e di fruizione di un prodotto o servizio. Non è quindi sufficiente, prosegue Lino Giusti, scrivere nell’oggetto sociale che l’innovazione sia nella realizzazione di un prodotto tecnologico attraverso servizi internet.

Proprio nelle ultime Stefano ha aggiornato il suo post con l’affermazione, per alcuni versi lapidaria, della Camera di Commercio. Essa afferma che lo sviluppo di software e social network non è un’attività innovativa, ma tradizionale. Un’affermazione che, forse, farà storcere il naso a molti startupper.

Topic della settimana:

Verso un social network realizzato con server peer to peer (Nicola Ballotta)

Creare un sito web con Joomla è vantaggioso? (Erika De Bortoli)

Gli adattatori per trasferire le foto da una fotocamera ad un iPad (Luca Tempestini)

Esportare le email da Outlook per importarle in Mail per Mac (Ely Mar)

Post precedenti

Pietro Taricone, Facebook e l’etica dei social. Di che parlano gli Indigeni #14

Assistenza Apple e video virali: di che parlano gli Indigeni #13

Modello americano e sistema italiano. Di che parlano gli Indigeni #12

Lavoro nero, professionisti e consulenze serie. Di che parlano gli Indigeni #11

Seguite Indigeni Digitali e Prunesti su Twitter.