Niente multa se non si è ancora in regola con l’invio dell’indirizzo Pec.
Le Camere di Commercio hanno rinviato fino al prossimo anno l’applicazione delle sanzioni previste per le imprese che non hanno comunicato il proprio indirizzo di posta elettronica certificata.

Secondo quanto stabilito dalle normative in vigore entro il 29 novembre ci si dovevano dotare di un indirizzo di posta elettronica certificata, purtroppo la scarsa informazione ha creato una situazione di “isterismo” dell’ultimo minuto creando grossi problemi, ecco perché il Ministero dello Sviluppo economico ha deciso di chiedere alle Camere di Commercio di “chiudere un occhio” e rinviare almeno fino all’inizio del nuovo anno.
Secondo i dati rilasciati dalle istituzioni al 21 novembre scorso, risultava che solo il 37% delle società aveva inviato all’organo competente il proprio indirizzo Pec.