È Pasqua e, come da tradizione, gli Italiani – bambini o adulti che siano – aprono e gustano le uova di cioccolato, un simbolo pagano che accompagna la più importante delle celebrazioni cristiane. Come festeggiare la festività al meglio, se non proponendo le easter egg pubblicate quest’anno dai tecnici di Google? Quei buontemponi nel 2014 ne hanno nascoste diverse: mi riferisco alle funzioni più stravaganti, che possono essere attivate scoprendo una combinazione di clic oppure cercando particolari termini sul motore di ricerca.

La più recente in ordine di tempo riguarda I/O, l’evento dedicato agli sviluppatori che avrà luogo il 25 e 26 giugno 2014. Cercando le indicazioni stradali da Los Angeles – sul sito ufficiale – compare nei risultati il flux capacitor o condensatore di flusso della DeLorean di Ritorno al futuro. Una trilogia-culto per i geek cresciuti negli anni ’80 e non. Un’altra classica easter egg riguarda Play Store, dove già dal 2013 appaiono delle risorse legate agli unicorni, se il campo di ricerca è stato lasciato intenzionalmente vuoto.

Cercando «zerg rush», i risultati saranno trasformati in un gioco (vedi gallery). E, ancora, un link su Google Maps permette d’entrare in TARDIS – è un’immaginaria macchina del tempo – a Londra, premendo la freccia verso l’alto. Mentre «do the harlem shake» fa impazzire l’interfaccia di YouTube, è attivo anche Atari Breakout per giocare all’omonimo videogame sulla ricerca per immagini. Google in 1998 riporta al sito di quell’anno, «blink tag» fa lampeggiare i risultati e «doge meme» cambia il carattere di YouTube in Comic Sans.

photo credit: RichardBH via photopin cc