Pane, Web e Salame (PWES) organizzerà un aperitivo a Roma il prossimo 29 maggio: la partecipazione, presso i locali capitolini di Working Capital a partire dalle 18:30, è aperta al pubblico. Silvio Gulizia aveva già parlato della manifestazione, che è passata per altre città italiane e raccoglie durante questi mini-eventi le storie del web inerenti al tema dell’anno. Quelle selezionate saranno portate dai rispettivi speaker a Brescia, il 4 giugno, per la conferenza principale. L’argomento? È come internet possa salvare la vita.

Perciò, se avete una storia da raccontare oppure volete incontrare dei potenziali speaker romani, potreste presenziare all’aperitivo insieme ad altri professionisti della rete. Potrebbe essere un’occasione per visitare la sede di Working Capital, l’acceleratore d’impresa di Telecom Italia, e conoscere chi ha fatto del web il proprio lavoro. Ogni aperitivo, a seconda della città ospitante, ha un titolo diverso: quello di Roma è definito Pane, Web e Porchetta. Perché non serve esprimersi a “paroloni”, per trasmettere un messaggio.

Il tema di quest’anno è particolarmente attuale, considerando che la Siria ha appena bloccato l’accesso a internet: è ancora possibile vivere, senza il web? È una domanda alla quale non saprei rispondere con esattezza. Non è una necessità biologica, ma una risorsa fondamentale che le Nazioni Unite riconoscono come un diritto umano. Io, ad esempio, se non esistesse internet non avrei un lavoro oppure ne avrei un altro molto diverso. Chi può dirlo? Le storie da condividere coi partecipanti a Pane, Web e Salame sono davvero tante.