Gli smartphone stanno prendendo piede e dal primo periodo in cui c’erano soltanto gli iPhone della Apple, oggi si è arrivati ad avere un gran numero di offerte, soprattutto sfruttando il sistema operativo open source Android. Gli smartphone, però, fanno tutto tranne che funzionare da telefoni. 

Un’affermazione esagerata, la nostra, soltanto per spiegare che chi compra uno smartphone, in genere, non lo fa certo per avere un telefono tradizionale per le mani, un dispositivo con il quale effettuare chiamate e mandare messaggi. In genere chi acquista uno smartphone vuole tutti i servizi aggiuntivi: primo tra tutti la navigazione su internet.

Oggigiorno, però, con lo smartphone si può fare molto di più. E’ arrivato in commercio, infatti, anche Jusp, un dispositivo che si attacca allo smartphone e consente di pagare prodotti e servizi tramite bancomat. Il pagamento tramite cellulare, come forma di business, è stata già sperimentata, qui siamo un passo in avanti con la messa a punto di un sistema un po’ più sofisticato.

Il prodotto in questione, in più, è stato messo a punto da una startup italiana che ha pensato ad un dispositivo che accetta i pagamenti anche dal bancomat ma che soprattutto funziona con ogni tipo di telefono e tablet. A voi la scoperta!