OnePlus ha ufficialmente rilasciato OxygenOS per lo smartphone top di gamma OnePlus One. La prima ROM sviluppata dall’azienda cinese, in collaborazione con il team di Paranoid Android, è ufficialmente disponibile per il download e per l’installazione, che richiede necessariamente una recovery custom.

Tramite il forum ufficiale, OnePlus ha comunicato a tutti gli utenti che la nuova ROM OxygenOS è ufficialmente disponibile al download. Il tanto atteso aggiornamento, di cui avevamo già parlato in precedenza, è stato finalmente rilasciato dall’azienda cinese e porta Android 5.0.2 Lollipop su OnePlus One, includendo anche alcune funzioni proprietarie, come le gesture per attivare il display, per avviare la torcia a display e molto altro ancora.

La release, dai primi feedback degli utenti, risulta essere già sufficientemente stabile e completamente funzionante. Tuttavia, gli utenti hanno già riscontrato alcuni problemi che verranno risolti con i futuri aggiornamenti. Tra i bug riscontrati vi è l’impossibilità di chiudere una chiamata con il tasto delle cuffie, OTG riconosce solamente il file system FAT32, la chiusura anomala del file manager quando vengono caricati file nel cloud e l’impossibilità di eliminare file multipli, sempre dal file manager.

Per l’installazione, rispetto ai classici update, OxygenOS richiede una recovery custom dedicata e un processo di aggiornamento ad-hoc. Gli aggiornamenti futuri, invece, verranno rilasciati tramite Over-The-Air (OTA), come avveniva già in passato con CyanogenMod.

Infine, ricordiamo che OnePlus ha introdotto la possibilità di condividere il proprio feedback, tramite un’applicazione appositamente sviluppata e disponibile a partire da questo link, in modo tale da migliorare la ROM con i futuri aggiornamenti. Se siete interessati al download e provare tutte le nuove funzionalità di OxygenOS potete effettuarlo a partire da questo link. Inoltre, OnePlus ha reso disponibile una guida passo passo ad-hoc per effettuare l’installazione sullo smartphone top di gamma dell’azienda cinese.