Ieri, Microsoft ha distribuito sul Play Store un aggiornamento della app di Outlook.com: la posta elettronica è finalmente gestibile dai dispositivi con Android. Non ha proprio tutte le funzionalità del desktop – come lo svuotamento del cestino, ad esempio – ma rispetto alle versioni precedenti è davvero migliorata molto. Un aspetto curioso riguarda il fatto che l’applicazione sia addirittura superiore a quella distribuita su Windows RT o comunque Modern UI per Windows 8 che meriterebbe un rapido adeguamento delle funzionalità.

Cos’è cambiato con questo rilascio? Beh, un po’ tutto. A prescindere dall’interfaccia grafica – che ha ridotto la dimensione dei caratteri – la maggiore comodità della app è nelle feature: ora Outlook.com può scaricare l’intero archivio della casella, visualizzare nome e cognome del mittente nei messaggi e gestire differenti account. L’aggiornamento asseconda la tendenza al Bring Your Own Device (BYOD) che contraddistingue gli ultimi sviluppi dell’infrastruttura di Microsoft sugli altri sistemi operativi per tablet e smartphone.

Chi non avesse mai utilizzato Outlook.com su Android potrebbe essere portato a pensare che queste novità siano trascurabili — e, in un certo senso, avrebbe ragione. Il punto è che prima la app era praticamente inutile, mentre l’aggiornamento l’ha portata a un livello accettabile. Convincerà gli utenti a registrare una casella su Outlook.com? Non ne sono certo, però l’utilizzo del servizio è triplicato in un anno e i futuri device prodotti da Nokia potrebbero rivelarsi determinanti nel riportare Microsoft a competere con Google.