È da tempo che vado sostenendo che il 2013 sarà l’anno delle email. Yahoo, Google, Dropbox (con Mailbox) e Microsoft sono i giganti già in campo per la partita, ma presto ne vedremo di altri. Intanto diamo un occhio ai numeri: ieri Microsoft ha annunciato di aver già convertito ad Outlook.com, la nuova email di Seattle, tutti gli ex utenti di Hotmail. Ci sono volute sei settimane. Ora Microsoft ha 400 milioni di utenti attivi, di cui 175 milioni usano regolarmente l’app da mobile.

Se vi ricordate quando abbiamo parlato dei numeri di Internet, 400 milioni è esattamente il numero degli utenti di Gmail. Ora, sebbene Outlook abbia poco o nulla a che spartire con Gmail, si dà il caso che la nuova mail di Microsoft sia davvero ben studiata e ben fatta, dal punto di vista grafico come per quanto riguarda l’usabilità. Pecche qua e là ce ne sono diverse, ma la possibilità di usare Skype all’interno della mail è a dir poco notevole.

Ora io non so quanto la gente possa affezionarsi a nuove mail. Voglio dire, quanti avete visto usare @iCloud.com? Qualche fanboi con @me.com magari si è visto anche, ma davvero, almeno da questa parte del mondo, e per quanto riguarda i miei contatti dall’altra, di utenti con mail del genere se ne sono visti davvero pochi. Per carità, io pure ce l’ho e la uso, ma difficilmente la do in giro. L’ho relegata alla creazione di quegli account test di cui ho bisogno, benché inizialmente abbia provato a usarla come “la mia nuova mail”, ma poi tanto la gente ti scrive sempre alla vecchia.

C’è spazio per nuovi servizi di mail? Forse. Microsoft e Yahoo stanno facendo davvero un bel lavoro, mentre Google negli ultimi tempi ha apportato solo piccole modifiche. Quello che è sicuro è che in questo campo ne vedremo delle belle e lo spot anti-gmail di Microsoft ne è la dimostrazione.