Negli scorsi giorni è uscita un’interessante studio di un ricercatore della German Research Center for Artificial Intelligence. Il tema era piuttosto bizzarro: come le persone organizzano le applicazioni che hanno scaricato sul proprio smartphone. L’obiettivo però è interessante: studiare come dovrebbe essere creato un launcher per smartphone. Una delle novità in questo senso l’abbiamo vista introdurre da parte dell’Ubuntu Phone e vi ho anche raccontato come installare il launcher dell’Ubuntu Phone sul vostro Android. Un’altra cosa molto interessante in materia è l’app Zephyr, uno dei migliori tweak per iPhone jailbroken. Torniamo però allo studio.

Da questa ricerca per è possibile trarre spunto per mettere ordine all’interno del proprio iPhone o Android. Lo studio ha messo in luce che c’è un gruppo di persone che non pone alcuna attenzione all’organizzazione delle proprie app, ma le lascia ordinate così com’erano dall’inizio e nell’ordine in cui vengono scaricate.

Per me questo è inaccettabile perché significherebbe perdere tempo a cercare le app che ho installato. Ecco gli altri modi che la gente usa più comunemente per organizzare le proprie app e che più o meno coincidono con quello che faccio io:

  • organizzare le app secondo la frequenza d’uso, per cui quelle usate più spesso vanno poste nel primo desktop e quelle che vengono aperte solo saltuariamente nell’ultimo, meglio se relegate in cartelle;
  • dividere le app sulla base delle funzionalità, creando per esempio schermate con app solo per i social, altre per le foto, giochi etc;
  • a portata di pollice: è evidente a tutti che le app nelle prime due colonne dal basso e quelle poste sul lancher sono maggiormente accessibili e quindi posizionare quelle usate più frequentemente vicino al basso dello schermo può contribuire ad aumentare l’usabilità del vostro smartphone;
  • estetica: non vi parrà vero, ma potete capire che chi spende 700 euro per uno smartphone possa desiderare che quando lo guarda questo abbia un aspetto gradevole. Ci vuole gusto anche per sistemare le app, #sapevatelo. C’è chi le organizza per colore e chi in modo tale che si veda parte dell’immagine impostata di sfondo.

Ovviamente non mancano i bizzarri che hanno altri metodi, come organizzare le app in ordine alfabetico. Io personalmente organizzo per argomenti, ma tendo a sfruttare molto le cartelle, soprattutto per tenere sulla schermata principale le app di foto insieme alle app più usate. Nella seconda ho i social e le cartelle con le utilità. Nella terza notizie e lettura, poi il resto sono cose ancora da organizzare.