Si chiama Opencoesione ed è un portale di open data promosso dal Ministero della Coesione Territoriale. Il ministro Barca in persona l’ha promosso e raccontato durante una conferenza stampa. 

Quanti sono i progetti e i finanziamenti collegati, usati per lo sviluppo della coesione territoriale italiana? Fino a questo momento, rispondere ad una domanda del genere, poteva essere un’impresa ardua. Adesso sembra tutto a porta di mouse, visto che è stato pubblicato il portale “Opencoesione“.

In questo spazio virtuale sono raccolti 467 mila progetti, che hanno mosso un bel po’ di miliardi di euro, ben 33, nel periodo che va dal 2007 al 2013. Nessun ministero era stato fino a questo momento così audace. Il tutto, stando a quanto detto dal ministro Barca nella conferenza stampa, nell’intenzione di avvicinare i cittadini alle istituzioni.

Cosa ci si può fare con questi dati? Praticamente tutto, anche perché il secondo obiettivo del progetto è promuovere la partecipazione attiva dei cittadini. I progetti pubblicati sono registrati sotto licenza Creative Commons, il che vuol dire che si possono leggere, ma anche riprodurre, modificare ed usare per fini commerciali.

La comunicazione istituzione potrebbe essere arrivata ad una svolta che apre delle opportunità grandiose alle aziende che si occupano di gestione dei dati e condivisione delle informazioni in Rete.