OnePlus non ha alcuna intenzione di fermare la propria ascesa. Lo scorso anno, infatti, il suo primo smartphone lanciato, OnePlus One, si è rivelato uno dei migliori del periodo, conquistando un gran numero di utenti nonostante le modalità di distribuzione inizialmente limitate al solo acquisto dopo ricezione di un invito, poi passate però a vendite aperte e senza invito ogni martedì a partire da febbraio 2015, come abbiamo riportato a suo tempo e potete apprendere cliccando sul link precedente.

L’azienda guarda però anche ed inevitabilmente al futuro, che stando a quanto riportato in un servizio effettuato da Bloomberg direttamente nella sede OnePlus, sarà rappresentato nel 2015 da due dispositivi: in primo luogo, ovviamente, il nuovo top gamma OnePlus 2, che arriverà nel terzo trimestre dell’anno e dunque nell’estate 2015; non solo però, perché l’azienda ha anche in progetto il lancio di un secondo smartphone dal prezzo più contenuto, di cui però non si conosce ancora nessuna informazione né si hanno inidizi sul nome, e si sa solo che uscirà entro la fine dell’anno, e sarà un dispositivo diretto principalmente a coloro che prestano più attenzione al design di un dispositivo che alle sue specifiche.

Per ciò che invece riguarda OnePlus 2, sono già diverse anche se per ora molto limitate le informazioni trapelate. Si sa già come accennato che uscirà nel Q3 del 2015, e le recenti indiscrezioni lo vogliono dotato di un processore Qualcomm Snapdragon 810 Octa-Core e di qualcosa come 3 o addirittura 4 GB di RAM. Inoltre il nuovo top gamma OnePlus potrebbe essere dotato di lettore di impronte digitali, anche se è prematuro ipotizzare se la sua eventuale funzione possa riguardare pagamenti mobile wireless o sole funzioni di sicurezza –  come lo sblocco del dispositivo e la sostituzione delle password alfanumeriche. Presumibilmente OnePlus 2 avrà un prezzo maggiore del suo predecessore, che costa attualmente 299 euro sul sito ufficiale in versione 32 GB, e potrebbe montare come predefinito Oxygen OS, ROM di Android sviluppata direttamente da OnePlus in collaborazione con il team Paranoid Android.