Nel trambusto generato da Windows 8.1 Update 1, potresti esserti dimenticato di Office per iPad: la variante ha un nome in codice – Miramar, non chiedermi perché – e potrebbe essere disponibile prima del previsto. Entro il BUILD di aprile, insomma… e insieme a una versione dedicata per Windows RT (o, più generalmente, all’interfaccia ottimizzata per il multi-touch del sistema operativo). Perché all’improvviso Microsoft ha deciso di tornare sulla questione? Io penso che ad accelerare i tempi sia stata la competizione con Google.

Mountain View ha avviato un’offensiva diretta ad aggredire Microsoft nel settore della produttività: Chromebox for Meetings è una soluzione molto interessante, per avviare videochiamate su Hangout, e la partnership con VMware completa l’offerta permettendoti d’eseguire i programmi di Windows su Chrome OS, in cloud computing. È chiaro che la risposta debba essere altrettanto competitiva e iPad ha una diffusione che fa impallidire i Surface. Gemini è necessario, ma Office su iOS è una priorità che è stata colpevolmente trascurata.

Gemini, per intenderci, è l’aggiornamento di Office che equivale a Windows e Windows Phone 8.1: quel Blue che sul desktop hai già ottenuto, fra mille difficoltà. Le prime indiscrezioni sono trapelate nel marzo dello scorso anno, motivo per cui sono portato a pensare che potrai aggiornare Office nello stesso periodo del 2014. La disponibilità su iOS potrebbe addirittura anticiparlo, considerata la gravità della situazione generale. Google non ha intenzione di fare degli sconti e da questo momento Microsoft non può più ignorarla.

Photo Credit: George Parrilla via Photo Pin (CC)