Oculus ha deciso di tagliare drasticamente il prezzo del suo visore Oculus Rift. La realtà virtuale è un mondo affascinante ma molto costoso. I visori offrono un’esperienza d’uso fantastica ma costano molto e per di più per poterli utilizzare necessitano di essere collegati a computer dalle specifiche tecniche molto importanti. Proprio per questo, Oculus VR ha deciso di puntare a rendere la realtà virtuale più accessibile tagliando il prezzo del suo visore Oculus Rift.

In America, il visore è scontato di ben 100 dollari e passa da 599 a 499 dollari. Anche il controller Oculus Touch riceve un drastico sconto con il suo prezzo che passa da 199 dollari a 99 dollari. Scegliendo di acquistare il bundle completo, Oculus Rift con il controller Oculus Touch costerà, adesso, 598 dollari con uno sconto totale di ben 200 dollari.

Per chi disponesse già di un PC in grado di supportare la realtà virtuale, i costi di accesso sono, adesso, molto meno proibitivi. Lo sconto, ovviamente, si riflette anche sugli altri mercati. In Italia, infatti, il bundle costerà, adesso, “solo” 708 euro, mentre il controller è sceso a 119 euro. Complessivamente lo sconto sfiora i 200 euro.

La mossa di Oculus VR è molto intelligente perchè permette di rendere maggiormente appetibile il suo visore soprattutto nei confronti del rivale storico HTC Vive. Inoltre, il taglio di prezzo potrebbe anche anticipare l’imminente arrivo della nuova generazione del visore che effettivamente potrebbe essere presentata nel corso del 2017.