Non tutti si sono ancora adeguati alle nuove normative per quanto riguarda la PEC, ed ecco che allora gli ultimi ritardatari devono correre ai ripari in tutta fretta.
Ma cosa dice la norma?
La PEC è obbligatoria per tutte le società di persone e di capitali italiane, che entro il 29 novembre 2011 dovranno obbligatoriamente comunicare al Registro delle Imprese il proprio indirizzo di posta elettronica certificata.

Dai dati forniti dall’ufficio del Registro della camera del commercio risulta che più dell’80% dei soggetti obbligati non ha ancora adempiuto all’obbligo in modo corretto.

La disposizione che impone di dotarsi della PEC non è una “legge” nuova, ma frutto del decreto legge 185/08: l’art. 16 che cita:

Le imprese, già costituite in forma societaria, comunicano al registro delle imprese l’indirizzo di posta elettronica certificata.

Tale disposizione non è stata ben compresa dalle imprese, anche se le sanzioni per una mancata comunicazione esistono e sono salate.