Al Computex 2017, Nvidia ha presentato una nuova soluzione pensata per rivoluzionare il mondo dei notebook per i giochi. Nvidia vuole, infatti, sfatare il mito che i portatili dedicati al gaming debbano essere tutti grossi e pesanti. Per conciliare, dunque, alte prestazioni ed ingombri comunque contenuti, il produttore ha annunciato MAX-Q, una nuova tecnologia costruttiva che consente di inserire una potente GPU GeForce GTX 1080 all’interno di un notebook dal peso di circa 2Kg e con uno spessore di 18 mm. Per consentire di realizzare prodotti così compatti e leggeri senza perdere in termini di prestazioni, Nvidia ha creato anche il sistema di dissipazione del calore chiamato WhisperMode che oltre ad essere efficiente è anche molto silenzioso.

Nvidia, inoltre, ha lavorato molto non solo a livello hardware ma anche a livello software per ottimizzare tutto il comparto CPU/GPU per evitare eccessivi carichi di lavoro e dunque surriscaldamenti. Il tutto si traduce in ottime prestazioni con gli utenti che potranno acquistare un notebook adatto al gaming senza doversi dotare di modelli ingombranti e goffi che di “portatile” hanno solamente il nome perchè di fatto risultano essere solamente delle alternative ai classici desktop.

Trattasi di una vera rivoluzione che potrebbe anche avvicinare più persone al mondo del gaming. Tra i primissimi modelli di computer nati con questa nuova piattaforma c’è il nuovo Acer Predator Triton 700 che adotta anche i processori Intel Kaby Lake Core i7, sino a 32GB di RAM e SSD di vari tagli. Notebook Acer che sarà disponibile in America ad agosto ad un prezzo di partenza di 2999 dollari.