La Commissione Europea è in procinto di promuovere un nuovo Regolamento UE in materia di identificazione e transazioni elettroniche, al fine di rendere le firme elettroniche più sicure e semplici.

La proposta è stata adottata in tutta l’Unione Europea andando a colmare le lacune lasciate dalla Direttiva UE del 1999 nell’ambito della firma elettronica, portando così verso un protocollo capace di riflettere le esigenze più attuali del business e promuovere lo sviluppo digitale.

Secondo fonti autorevoli del settore occorre migliorare in tempi brevissimi l’efficienza, l’usabilità e la sicurezza dei processi elettronici, ci sono numerose necessità in questo settore che non possono più essere ignorate.

Nel nostro paese ad oggi le uniche firme ad avere un valore legale solo quelle create attraverso il dispositivo automatico CoSign, questo sistema è ritenuto una soluzione sicura ed efficace, il sistema soddisfa la definizione di «dispositivo di generazione di firma elettronica qualificata (SSCD).