I nuovi MacBook Pro presentati da Apple a fine ottobre hanno letteralmente infuocato gli animi degli appassionati della mela morsicata. L’innovativa Touch Bar sembrava non aver fatto breccia e l’assenza di vera innovazione ed i prezzi molto altri sembravano aver deluso profondamente i fedelissimi del marchio. Eppure, nonostante le polemiche, Phil Schiller aveva dichiarato che gli ordini dei nuovi MacBook Pro avevano superato ogni previsione. Una dichiarazione apparentemente di parte ma che, adesso, è stata confermata anche da una società di ricerca americana. Secondo questo studio, in soli 5 giorni, le vendite dei nuovi MacBook Pro hanno superato quelle di ogni altro computer portatile dotato del sistema operativo Windows.

Per comprendere il successo dei nuovi MacBook Pro, la ricerca evidenzia come nei primi 5 giorni, i nuovi portatili di Apple abbiano venduto 4 volte le vendite complessive dei Microsoft Surface Book o due volte tanto il portatile Windows più venduto in assoluto che è il Dell XPS 13.

Un risultato assolutamente straordinario che premierebbe il lavoro svolto da Cupertino su questi nuovi prodotti su cui punta moltissimo. Ovviamente, questi numeri impressionati dovranno essere verificati da report maggiormente più dettagliati ma la sensazione è che la mela morsicata abbia fatto davvero centro con la sua nuova linea di MacBook Pro.

L’analisi, va evidenziato, ha effettuato l’indagine intervistando un campione di 4,4 milioni di acquirenti online e riguarda solamente il mercato americano e non riguarda, dunque, il mercato mondiale ma il risultato è comunque sempre impressionante.