Dallo scorso fine settimana, Facebook, può vantare circa un miliardo di iscritti ma secondo Mark Zuckerberg che va sicuramente fiero del risultato, non è questo il numero più importante da tenere in considerazione. Lui tiene a mente l’obiettivo, la mission del social network blu.

Facebook ha finalmente raggiunto il miliardo di utenti connessi. L’azienda di Menlo Park ha annunciato con soddisfazione il traguardo raggiunto, visto che adesso può dire a ragione di aver conquistato il 44 per cento degli internauti nel mondo. 

Peccato però che – stando a quanto dichiarato da Zuckerberg – non sia questo il numero più importante. Facebook, infatti, nasce per consentire alle persone di restare in contatto con i propri amici e quindi è molto più importante un’altra cifra a nove zeri: 140.300.000.000 di connessioni di amicizia.

Quindi a fronte di 1 miliardo di utenti ci sono 140,3 miliardi di connessioni di amicizia. Un numero che sconvolge e piace più dei 1,13 trilioni di “mi piace” contati dal lancio di Facebook ad oggi, più dei 62,6 milioni di canzoni riprodotte, più dei 600 milioni di persone che accedono al social network blu con un dispositivo mobile.

Ad ogni modo Zuckerberg ha le idee chiare: per rassicurare gli investitori sul successo e la sussistenza di Facebook nel tempo, occorre pubblicizzare le connessioni d’amicizia.