Qualche giorno fa Rudy Bandiera si è calato in una crociata contro le notifiche di app e social network sul proprio blog, definendole il male di questo decennio. Ovviamente non sono d’accordo: il mio Darth Vader è quel geniaccio di Mark Zuckerberg. Condivido però l’insofferenza da notification overload, un fenomeno che ho studiato in passato e che a quanto pare ha raggiunto il proprio apice.

Si tratta per altro di una cosa già vista. Con la diffusione dei siti di news on line siamo già stati vittime di una cosa simile, quella comunication overload contro la quale sono nati Google Reader e le varie alternative agli RSS, uno strumento rispetto al quale è sempre più necessario un passo avanti.

Il problema principale è che le notifiche ci seguono anche quando non siamo più al lavoro, tramite il nostro smartphone. Ho letto con interesse il post di Jake Knapp su Medium dedicato a come creare un iPhone distraction free. Ora, arrivare a tanto mi pare assurdo, ma alla fine di luglio, avendo consumato tutto il mio traffico flat sotto 3G, ho dovuto intervenire sulle mie notifiche onde evitare un conto salatissimo.

Ogni notifica infatti è in primis una distrazione. In secondo luogo se per ogni notifica apri la rispettiva app consumi banda e batteria, il telefono ti dura di meno e generi più traffico. Ho fatto piazza pulita e, sorpresa, anche io non sono più tornato indietro. Dunque, ecco come ho sistema il mio iPhone e cosa vi consiglio di fare.

  1. Disabilitate le notifiche di Facebook e Twitter. Eventualmente potete abilitarle selettivamente. Io ho optato per le notifiche di alcuni gruppi via email, idem per i messaggi.
  2. Disabilitate le notifiche push delle email. In alternativa, potete togliere la notifica sonora e limitarvi a quella visuale, così ritroverete tutte le notifiche sul display del telefono, ma non verrete distratti da queste quando arrivano.
  3. Andate nelle impostazioni e rimuovete tutte le app dal notification center per poi riaggiungerle in modo selettivo, ragionando su ciò che volete che davvero vi interrompa durante quello che state facendo, cascasse il mondo. In alternativa potete passerle una per una: io ho fatto così rimuovendo a quasi tutte le notifiche sonore e lasciando per quelle importanti la visualizzazione sul display del telefono e per quasi tutte il badge sull’app.

photo credit: Erik Pitti via photopin cc