Nokia ha ufficialmente smentito tutte le indiscrezioni che erano circolate su un ritorno all’interno del mondo smartphone, con un dispositivo che doveva essere annunciato nel corso del 2016. L’azienda finlandese ha deciso di far luce su questo caso tramite un comunicato ufficiale, in cui viene sottolineato come l’unico piano avviato sia stato quello dell’acquisizione di Alcatel-Lucent.

Le indiscrezioni di un ritorno nel mondo degli smartphone, da parte di Nokia, erano state rivelate da fonti vicine all’azienda al sito web americano Re⁄code, fondato da Walt Mossberg. Tuttavia, Nokia ha preferito intervenire immediatamente nella vicenda facendo luce su questo caso e dicendo che tutti i report sono falsi e includono commenti erroneamente attribuiti a dirigenti di Nokia Networks. Di fatto, l’azienda finlandese, almeno per il momento, non sembra intenzionata a ritornare sul mercato smartphone nel breve periodo.

Vi è da sottolineare, inoltre, che con la vendita del settore Devices a Microsoft, Nokia ha firmato una clausola di non concorrenza che impedisce la produzione di smartphone a marchio Nokia fino al 31 dicembre 2015 e feature-phone per quasi dieci anni. Tuttavia, esempio di una potenziale strategia per ritornare nel breve termine sul mercato può essere considerato il tablet Android Nokia N1. Quest’ultimo è stato progettato da Nokia, assieme al software Z Launcher, ma i diritti riguardanti il marchio, la produzione e il marketing sono stati dati in licenza a Foxconn.

Per il momento la vicenda risulta estremamente complicata, visto che da un lato Nokia smentisce qualsiasi affermazione riguardante un potenziale rientro nel mercato smartphone e dall’altro troviamo una clausola di non concorrenza che durerà tutto il 2015. Ciò che ci possiamo aspettare è un potenziale ritorno di Nokia Technologies nel 2016, con l’obiettivo di guidare nuovamente il mercato dei telefoni cellulari. Infatti, Nokia Technologies detiene un portafoglio di oltre 10 mila brevetti e potrebbe avere tutte le carte in regola per ritornare sul palco tra i principali produttori di smartphone. Non resta, quindi, che aspettare e vedere se Nokia sarà interessata a tornare in un mercato che dominava in passato e in cui, ad oggi, è completamente assente.