Secondo Richard Kerris che è oggi il vicepresidente della Nokia ma può vantare un passato nella Apple, la Nokia potrebbe essere di nuovo competitiva a partire dalla prossima primavera, grazie all’introduzione sul mercato dei nuovi telefoni Lumia. 

La Nokia può prepararsi alla resurrezione anche se occorre aspettare ancora qualche mese, almeno fino alla prossima primavera. Ne sembra certo il CEO Kerris che, nonostante il passato nell’azienda di Cupertino, oggi non gode di buona fama e qualcuno propone addirittura di cacciarlo.

La tensione riguardo il destino della Nokia è legato ai suoi conti che di recente non sono apparsi in forma. I problemi finanziari da risolvere potrebbero sparire già tra qualche mese in virtù della commercializzazione dei nuovi dispositivi.

Kerris ha detto che l’opinione pubblica, di fronte ai nuovi Lumia, cambierà idea sul potenziale dell’azienda finlandese e tornerà sui suoi passi. Intanto però l’azienda ha dovuto tagliare circa 10 mila posti di lavoro e anche nel 2013 ci saranno degli interventi per ridurre il personale.

Il calo delle vendite a livello globale, infatti, resta molto elevato, si parla di un calo del 24% nel settore smartphone. La resurrezione, secondo Kerris, passa dai Windows Phone che saranno prodotti e usciranno sul mercato dotati di tecnologia PureView.

Alta definizione e fotocamere con 40 megapixel potrebbero non essere sufficienti.