Sono stato alla manifestazione di Nokia che ha presentato Lumia 925 a Milano. Ho iniziato a utilizzarlo e, in quest’intervento, proporrò un breve hand-on del dispositivo. Non ho ancora illustrato le specifiche tecniche, già accennate durante il live della presentazione londinese. Lo smartphone installa Windows Phone 8 e sarà aggiornato al nuovo firmware, Amber, a partire da luglio — come tutti gli altri modelli x20. La superficie è di 4.5”: Lumia 925 ha 1Gb di RAM, 16Gb di memoria interna e 7Gb che sono disponibili su SkyDrive.

Il processore è un dual-core di Snapdragon da 1.5Ghz, la risoluzione della superficie arriva a 1280×768 pixel. Non è previsto uno slot d’espansione per le Micro-SD: la memoria occupata dal sistema operativo e delle applicazioni predefinite s’attesta attorno ai 4.5Gb, quindi ne restano circa 11.5Gb. La fotocamera posteriore, che monta le lenti di Carl Zeiss, è una PureView da 8.7Mpixel che supporta la registrazione dei filmati in Full HD a 1080p. Quella anteriore, che è da 1.2Mpixel, li può registrare soltanto in HD-Ready a 720p.

Perché è un prodotto particolarmente interessante per i fotografi? Nel video (che è pessimo, me ne rendo conto) ho cercato di mostrare alcune delle funzionalità delle app predefinite di Windows 8 e Nokia che sfruttano le caratteristiche della fotocamera. Dubito che, al momento, esistano degli smartphone migliori per questo scopo: dalle panoramiche alle fotografie con scarsa luminosità, l’obiettivo Carl Zeiss è inarrivabile. Il discorso è diverso su altri utilizzi, ma ne parlerò in seguito. Oggi potete comprare il device a 599€.