Nella giornata di ieri sono stato a Milano per il lancio italiano del Nokia Lumia 1520. Durante tutto l’evento ho avuto modo di provare il nuovo phablet di Nokia e, nonostante io sia molto scettico riguardo i dispositivi con display extra large, sono riuscito ad apprezzarlo.

Il Nokia Lumia 1520 mi ha stupito: è un dispositivo ibrido tra smartphone e tablet che mixa la leggerezza e la praticità con un ampio display. Il sistema operativo è Windows Phone 8 Black, una versione modificata della GDR 3 con le app Nokia e le ottimizzazioni del caso. Il processore Snapdragon 800 e i 2 GB di RAM si fanno sentire, il sistema operativo è fluido e le app girano fluidamente senza alcun tipo di imputamento.

La fotocamera da 20 megapixel è ottima. Le foto, anche in condizioni di luce non ottimale, risultano essere molto buone. Purtroppo non ho avuto modo di testare la fotocamera in differenti situazioni ma per ora, il risultato è piuttosto soddisfacente.

Ad attirare la mia attenzione è stato Nokia Storyteller, un’app, come possiamo intuire dal nome, per lo storytelling delle nostre foto e dei nostri video, con tanto di possibilità di catalogare la location dove sono state scattate le immagini o registrati i video.

Fondamentalmente siamo davanti ancora alla classica esperienza utente di Windows Phone 8 già vista in vari dispositivi, leggermente migliorata ma pronta a fare il grande salto con Windows Phone 8.1. Un dispositivo promosso a pieni voti, forse l’unico phablet che sono riuscito, fino ad ora, ad apprezzare.