Che l’Italia fosse un paese per vecchi, per citare un famoso film dei fratelli Cohen, non è una novità.

Se n’è accorto lo Stato che investe molto nelle politiche previdenziali e nei servizi assistenziali. Ma se ne sono accorte anche tante aziende che studiano servizi e prodotti per la terza età.

Un’azienda attenta alle esigenze degli anziani è sicuramente la Telit, società nostrana, nientemeno, che produce prodotti per la telefonia.

È un’invenzione Telit il telefono Noè 100, ideato appositamente per la terza età.

E quali sono le caratteristiche che ne fanno un prodotto ad hoc per i nonni italiani? Sicuramente il peso: appena 61 grammi. Noè 100 è molto leggero e maneggevole. Anche le dimensioni non sono esagerate, 10 centimetri di lunghezza, per 4 di larghezza e 1 di spessore.

In realtà sono altre le caratteristiche che lo distinguono dal resto dei prodotti di telefonia.

Per esempio il vivavoce integrato, utile strumento per andare incontro ai problemi d’udito che sopraggiungono con gli anni.

Un altro “servizio” adatto a tutti ma soprattutto agli anziani è la riproduzione vocale del numero digitato dall’utente, grazie alla quale, chi non riesce a mettere bene a fuoco i piccoli tasti del telefonino, può verificare il numero fatto prima di spendere soldi nella chiamata.

Gli altri due servizi interessanti per gli anziani, proposto da Noè 100 sono sicuramente la chiamata d’emergenza SOS a un numero programmabile e la Memoterapia: una funzionalità di memo con allarme integrato.